Handpan o Hang Drum

Perché Handpan e non Hang Drum

Le varie controversie sull’adozione di un’espressione adatta per riferirsi agli strumenti, che traggono la loro origine dall’Hang,si sono risolte con la scelta del termine Handpan. La parola hang drum, infatti, non corrispondeva pienamente a quella che è ritenuta una “scultura sonora”, ovvero l’hang.

Panart Hang vs “hang drum”

Il termine “hang drum” fu coniato, nel 2002, da un rivenditore specializzato in strumenti particolari, Lark in the morning, negli USA. Per reperire velocemente e rifornirsi di questi strumenti aveva usato, appunto, questa denominazione, che si diffuse in tutta la California. Anche internet, con i video postati su You Tube, che presentavano i musicisti di strada di tutto il mondo, contribuì all’espansione deltermine. Hang drum divenne, in breve tempo, il termine per eccellenza degli strumenti a percussione in tutti i paesi anglofoni, conservando l’ambiguità del suo significato.

Una prima obiezione fu sollevata da Panart, che esortò tutti i rivenditori ad evitare l’uso di quel termine. Essi furono invitati a suddividere gli strumenti, all’interno dei loro negozi, ed etichettarli con una precisa indicazione.

Quando si contavano ormai circa 5000 strumenti distribuiti in tutto il mondo, nel 2009, il termine “hang drum” fu respinto dai realizzatori di handpan.

“…i percussionisti rappresentavano la categoria di musicisti più interessati alla sperimentazione di questo nuovo strumento. Le definizioni, ispirate probabilmente alla sua forma caratteristica: disco volante, ufo, disco armonico e hang drum, usate dalle prime generazioni di suonatori dell’hang, non sembravano più soddisfacenti. Si è venuta a creare una tale disinformazione, considerando questo tipo di percussione come un tamburo, che ha condotto alla realizzazione di strumenti di scarsa qualità e ad un inutile logorio fisico e psicologico”.

“Noi non costruiamo Hang Drums…. suonare un tamburo è una cosa completamente diversa”

Orghanno concordato di evitare l’uso del termine “hang drum”, che poteva creare confusione, e si sono impegnati ad istruire, in tal senso, le future generazioni. I professionisti della musica hanno già respinto l’uso improprio del termine, che talvolta viene utilizzato per abitudine.

 Purtroppo, una volta che si era diffuso in rete con i video di You Tube, era difficile disabituare all’uso del termine hang drum. Coloro che venivano a conoscenza di questo particolare strumento pensavano che quella fosse la denominazione esatta. Così, sicuri che i motori di ricerca sono più vantaggiosi usando questo termine, per avere visibilità o per motivi commerciali, molti artisti e “costruttori” dello strumento hanno continuato ad utilizzare “hang drum”.

Un tamburo, dal punto di vista tecnico, è definito membranofono. Infatti gli organologi, studiosi di strumenti musicali, ed esperti etnomusicologi usano termini diversi, specifici per ogni strumento.

L’handpan azzurro non può essere denominato semplicemente come Hang. Si tratta di un tipo di percussione melodica con il suono principale ottenuto facendo vibrare le membrane acustiche, o campi tonali. L’hang, invece, ha una risonanza dell’intera struttura in secondo piano, ma ugualmente importante. Si comporta praticamente come un risonatore di Helmholtz. In virtù delle caratteristiche acustiche delle membrane, è collocabile tra la classe dei membranofoni, come il tamburo, e quella degli idiofoni, come il gong. Per questo la ditta Panart usa il termine aerofono per l’hang.

Gli Steelpan di Trinidad e Tobago, creati da Felix Rohner, che impiegò 25 anni a progettarli e a migliorarli , hanno ispirato la realizzazione dell’hang.

Molte persone sono convinti che “hang drum” derivi dasteel drum. Negli USA tanti chiamano steel drum (tamburo di acciaio) lo steelpan.

Handpan

Si può spiegare l’errore di definizione in questi due modi:

In primo luogo è bene precisare che, dal punto di vista scientifico, neanche lo steel pan si può ritenere un tamburo.

Consultando l’opinione di Anthony Archong, professore dell’Università delle Indie Occidentali di Trinidad, lo steel pan non è né un tamburo né un membranofono. Egli precisa:

Steel Drum Trinidad e Tobago – “Lo steel pan è uno strumento di percussione melodico, formato da plessi preparati in cavità infossate, che formano le note dello strumento. Quando sono dovutamente accordate e vengono sollecitate viene causata una risposta dinamica in varie modalità lineari e non lineari. Le note funzionano come oscillatori meccanici parametrici (MPO). Lo steel pan non è un tamburo, le note sono cavità vibranti. La struttura tonale e la frequenza di una nota o la sua posizione nella scala musicale, dipende dalla sua forma (geometria), irradiazione, spessore, proprietà elastiche del metallo, tensioni, temperatura, condizioni dei rilievi, l’armonia delle sue modalità e la risposta al colpo.” – (tratto da “La teoria dello Steelpan” di Anthony Archong, pag. 1)

In secondo luogo, lo Steelpan trae la sua definizione da steel drum, ovvero tamburo di metallo, perché, per tradizione era realizzato con barili da 200 litri, chiamati tamburi. Mentre sappiamo che nessun tipo di hang sia mai stato creato con un barile.

Di conseguenza, dopo questa trattazione, è evidente il motivo per cui, secondo il parere di molti, non bisogna usare il termine “hang drum” per l’hang.

  • Hang drum è una definizione che crea confusione.
  • Gli esperti del settore rifiutano l’uso di questo termine.
  • Lo strumento viene identificato come aerofono e non è un tamburo, in senso letterale.
  • Prevalentemente una realizzazione simile al tamburo deriva soltanto da strumenti rovinati.
  • “Hang” è un marchio registrato della ditta Panart e sono disponibili altre varianti.
Torna su